Se sei una persona che lavora alla propria crescita personale, ma vedi l’ombra della tua famiglia proiettarsi su di te impedendoti di respirare, crescere ed evolvere, continua a leggere, in questa pagina probabilmente troverai ciò che hai bisogno.

Quando tra un anno ti guarderai indietro, vedrai il tuo albero genealogico completamente trasformato, e le emozioni che provi nei confronti dei tuoi genitori da buie e pesanti saranno diventate leggere e gioiose, come testimoniano gli studenti che ci sono passati.

Percepirai la tua famiglia non più come limitazione ma come sostegno per agire nel mondo. Non più un timido fuscello, ma una solida e stabile quercia.

A gennaio parte un nuovo ciclo di Costellazioni Floreali®, il sistema più efficace di metamorfosi familiare integrato, disponibile ad oggi in Italia e in questa lettera scoprirai come poter accedere a questo ristrettissimo gruppo di lavoro che trasformerà completamente la tua percezione di famiglia.

Sono Max Volpi, fondatore del sito ifioridibach.com e ideatore della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® e delle Costellazioni Floreali®.

All’inizio ero come te. Anch’io avevo paura di affrontare il mio albero genealogico. Sentivo la mia famiglia come un peso sulle spalle così forte e duro che ti ingobbisce schiacciandoti a terra.

Era il peso dei segreti. Il peso delle questioni mai venute a galla. Il peso delle reticenze da parte dei genitori di voler parlare delle questioni imbarazzanti e scabrose. Era un reticolo di filo spinato che mi avvolgeva facendomi soffocare.

La cosa strana è che sembrava normale.

Probabilmente anche tu ti incolpi di quello che non va nella tua vita e tendi a sminuirti quando le cose non vanno.

Probabilmente anche tu indossi quel paraocchi che ti impedisce di vedere i legami inconsci tra ciò che non funziona e le cause che provengono dalla tua famiglia e dalle sue azioni.

Probabilmente anche tu vai avanti cercando di cambiare situazioni che non riesci a cambiare e continui a provarci con la sola forza della tua volontà. E visto che non funziona, smetti poi anche di credere nella tua volontà.

Tutti i tuoi comportamenti inconsci, che tu te ne accorga o meno, sono fili che provengono dalle azioni della tua famiglia e ti spingono ad agire in un certo modo.

Sono ferite emotive, sono copioni ripetuti inconsciamente. Sono reazioni.

Se non sai come portare la tua attenzione e consapevolezza su di essi per elaborarli, saranno sempre presenti e condizioneranno la tua vita in modo pesantemente negativo.

Questo agire inconsapevole proviene dalla biologia.

Tu sei un essere umano e il tuo cervello rettile utilizza ancora oggi gli schemi della sopravvivenza che usavano gli uomini delle caverne. Poco importa che la corteccia prefrontale si sia sviluppata enormemente, nel frattempo.

Il cervello rettile è sempre più veloce. E in ogni momento sta filtrando le tue azioni sussurrandoti che in una famiglia, sarai sempre più sicura che da sola.

Tutti inconsciamente sottostiamo alle regole della famiglia.

Tutti inconsciamente cerchiamo di appartenere a qualche movimento.

Se non è la famiglia in senso stretto, ci rivolgiamo alla politica, agli hobbies comuni, alle passioni. In ogni caso, è il valore del gruppo che ci sostiene.

Quando lo scegli, dalle amiche al gruppo di lettura, rispecchia chi sei. Se non è così, ci stai male e lo abbandoni.

Ma con la famiglia non puoi. La famiglia è lì, dura come una roccia. Inamovibile. La famiglia non se ne va. Se non la rielabori, ti metterà i bastoni tra le ruote per tutta la vita.

Io mi sono accorto che questa nostra comunità floreale, di anno in anno più grande, ha in comune di essersi liberata dei pesi più indigesti che la famiglia gli ha messo nel piatto.

Come quando eri bambino e ti facevano mangiare il minestrone. Non potevi alzarti da tavola finché non era finito. Quel tempo sembrava lunghissimo, ma poi potevi tornare a giocare.

Il gruppo delle Costellazioni Floreali® è accomunato dal fatto che tutti abbiamo digerito quello che non ci piaceva delle nostre famiglie. Siamo rimasti gli stessi di sempre, ma con una consapevolezza completamente diversa. E questo non ci rende speciali. Ci rende unici.

Tutti coloro che sono approdati e hanno superato il profondo mare di emozioni che il lavoro delle Costellazioni Floreali® suscita, hanno una stelletta appesa sul bavero.

I tutor che ti accompagneranno, a loro volta, hanno vissuto e cavalcato le onde interiori di emozioni per essere stati rifiutati dai propri genitori, ad esempio.

Abbandonati, allontanati. Ognuno in modo diverso, ma tutti condividiamo l’aver affrontato questi turbamenti che ti scuotono come un terremoto.

E come sempre accade, siamo sopravvissuti e lo possiamo raccontare.

Sei l’anello debole della tua famiglia

Dopo anni di dura sul campo come terapeuta, ho capito che le famiglie complicate sono molte di più rispetto a quelle che avrei mai immaginato.

Ognuna di esse nasconde i suoi piccoli sporchi segreti nell’armadio. Segreti di cui ti vergogni.

E anche dove sembra tutto perfetto, tutto Mulino Bianco, ci sono legami invischianti, persone che affogano trascinate dalla melma o dalla corrente, giochi di potere e, sempre più spesso tanto, tanto dolore.

Tutti i nodi vengono al pettine, recitava una vecchia fiaba. E quando i nodi vengono al pettine, fanno male.

Tu, spesso senza rendertene conto, sconti nella tua vita le angherie e lo scotto delle azioni di chi è venuto prima di te. Non lo hanno fatto apposta. Ma lo hanno fatto.

Facciamo qualche esempio:

Se gli avi hanno evitato di seguire quello che il cuore gli comandava

Sono rimasti nella trappola del pensiero, avvinghiati stretti dai debiti karmici, come tra le bende del faraone, e non si sono dati il permesso di essere veramente loro stessi. Congelati in situazioni sempre uguali che non sono riusciti a risolvere. La pena di questo atteggiamento è la ripetizione. Ancora. Ancora.

Tu puoi prenderti cura di loro, prendendoti cura di te stesso e di queste dimensioni. In questo modo la tua autostima migliorerà da subito. Ti vedrai in modo diverso.

Se gli avi sono rimasti in una relazione per paura

Troppo spesso è la paura a guidarti. E se ti è familiare, la ragione non è solo in te ma spesso anche in un tuo genitore o avo. Qualcuno che inconsapevolmente non ce l’ha fatta.

Come te ha sentito il richiamo dell’amore non solo verso una persona, ma magari verso una professione, una passione, una vita diversa, l’ha annusata inebriato e poi la famiglia, a sua volta, lo ha messo di fronte a un muroNO. NON farai questa cosa.

NON sceglierai quella persona. Obbedire ai diktat familiari genera karma che viene inviato alle generazioni successive per essere risolto. Non si tratta di una favola New Age. Gli scienziati lo affermano. Si chiama movimento interrotto. E te ne parlo tra breve.

Scegliendo il richiamo dell’Amore per te stesso, scioglierai come neve al sole questa paura che attanaglia intere famiglie. Quando compi un’azione di questo tipo, dice la tradizione, ne beneficiano fino a sette generazioni indietro.

Se gli avi hanno rinunciato a lottare

Molti di noi vorrebbero di più dalle loro vite. Ma tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo un mare di problemi da risolvere, di situazioni da comprendere. Te ne sarai accorto. È molto più facile scivolare sulle linee di minore resistenza. La psiche in fondo è programmata così.

Sceglie la via più facile per risparmiare energia. Moltissimi genitori avrebbero voluto fare di più, ma alla fine non concludono. Non si impegnano fino in fondo. Non hanno affrontato la sofferenza.

Per fare il salto di qualità non solo è utile immaginare un cambiamento o concretizzarlo, bisogna renderlo costante, giorno dopo giorno. In questi anni, ho visto molti genitori riversare le lotte non vinte, come catrame sui loro figli.

I rischi non presi, le battaglie perse. Questi detriti si accumulano fino a che non ti riconosci più allo specchio.

Far cadere le maschere che indossi, ti porterà di nuovo a contatto con la tua vera essenza. Se agisci partendo da quel piccolo fuoco che ti brucia dentro, la tua vita sarà sempre un successo, perché le scelte saranno sempre quelle giuste.

Se gli avi sono stati trattati ingiustamente.

Molti hanno subito angherie. Il filo sottile che ti lega a doppio nodo ai tuoi avi lasciando segni sulla pelle bianca, altrettanto di netto taglia la tua vita rendendoti sconosciuto a te stesso.

Il sapore di una notte e poi il veto.

Una grande eredità mancata.

Il fisco che spezza i sogni di un imprenditore.

In una società che si basa sulla vittoria, ci sono sempre dei perdenti che accumulano frustrazione nei loro forzieri. E se tu senti questa affermazione sporcarti d’amaro la bocca, anche tu conosci l’ingiustizia.

Probabilmente ti sei rispecchiato in almeno una di queste dinamiche. È  perché anche tu stai sperimentando l’azione del karma di famiglia sulla tua vita. Non è colpa tua, ma è tua responsabilità fare qualcosa.

Puoi sempre incolpare il destino che ti ha messo addosso delle catene pesanti e questo non cambia la situazione. Se stai leggendo adesso potresti riconoscerti in queste parole. Allora è possibile che tu sia un anello debole.

Che sia chiamato a spezzare le catene del karma di famiglia e camminare a passo sicuro finalmente sulla tua vera strada.

Perché l’anello debole è in realtà molto più forte di quello che si pensa. Su di te, se sei un anello debole, converge tutto il peso della famiglia.

È colui che decide di rompere i legami e, attraverso questo sacrificio, spezza generazioni di ricorsi.

Presta bene attenzione.

La prima parte della vita degli anelli deboli è volta a rompere con il passato, le tradizioni o quegli eventi che ne influenzano la vita.

Ma poi c’è il ritorno. Tutti ritornano. Anche tu lo dovrai fare. A seconda del momento della vita in cui sei, e probabilmente se leggi questa oggi, significa che vuoi tornare.

Tornare significa fare pace. Significa chiudere i conti con il passato. Dire a te stesso: ok, questa cosa è successa nella mia famiglia, nella mia vita, e io ora voglio lasciarmela alle spalle.

Se mi conosci e segui i miei podcast, i video su Youtube o leggi le mie mail, sai che il processo che utilizzo per sanare le ferite emotive è quello di prenderne consapevolezza nella loro natura essenziale, anche attraverso il processo a cui ho dato il nome di Metodo M.A.T.T.

Moltissime persone pensano che chiudere con il passato, con gli errori, le ingiustizie, i traumi, sia semplicemente chiudere una porta.

Non ti rendi minimamente conto che per farlo veramente, è necessario che tu prenda in carico il dolore e ti ci confronti onestamente.

Cambiare vuol dire cambiare

Quest’anno ho chiesto ad alcuni dei miei studenti di lasciare una breve testimonianza per te che stai leggendo ora.

Ho chiesto loro di dire in poche parole cosa è cambiato in quest’anno nel loro modo di vivere, da gennaio 2018 ad oggi. Com’è diversa la loro percezione della realtà.

Voglio che tu senta dalle parole di chi l’ha già fatto, la forza che ne emerge.

Sono davvero contento se ti iscrivi alle CosFlor® 2019. Se lo fai, bisogna che tu capisca perché lo fai. Sono serio. Preferisco che si iscriva una persona in meno, ma chi si iscrive abbia capito perché lo fa. La realtà è questa.

Ti iscrivi per cambiare la struttura del tuo pensiero. Ti iscrivi perché vuoi guardarti indietro tra un anno e sentire che nelle tue vene pulsa un sangue diverso.

Troppi percorsi di crescita oggigiorno inflazionano la mente delle persone e non ho paura a dirlo vista la mia esperienza, troppi sono davvero inutili

 

Quasi un anno di questo percorso. Un vero viaggio dentro e attorno a me. Perché questo corso inizia con il trasformare il modo di vivere le cose dentro di noi e poi porta a cambiare anche chi vive legato a noi.

Il lavoro è intenso, fatto di costanza e impegno. Soprattutto in quelle meditazioni dove senti che tutto si sta muovendo e porta con sé conseguenze nel giorno dopo in cui le emozioni sono intense.

Ma ciò che senti nascere da queste morti emotive, ciò che vedi e senti dopo questi esercizi, vale cosi tanto lo sforzo, che già dal primo mese, non ti chiedi quanta fatica ci dovrai mettere, ma vincono la curiosità e la consapevolezza che tutto sta servendo a vivere meglio.

Capisci dinamiche, ruoli e conseguenze. A un certo punto qualcosa fa click dentro di te e sarà per la vita. Non guardi più con gli stessi occhi, non senti più con un cuore pesante ma libero. Io ho cambiato il modo di vedere mia mamma, a guardarla con tenerezza.

A viverla con libertà di essere e accettare lei per ciò che è. La comprensione dei miei avi mi ha alleggerito e reso consapevole. E per la prima volta, meditando su una mia bisnonna ho sentito finalmente il desiderio della maternità, fin’ora bloccato. Lo stesso che lei aveva bloccato e accusato.

So che c’è ancora da lavorare, ma so anche che tramite questo percorso arrivi a conoscere realmente ciò che sei e i tuoi veri desideri. È nascere per la seconda volta. Grazie Max perché mettere a disposizione la propria conoscenza è l’umiltà più bella.

Serena

A me interessa che tu sia come Serena tra un anno. Che ti guardi indietro e sei davvero cambiato.

La tua famiglia è un sistema. E il sistema ha le sue regole implicite ed esplicite. Si può fare questo. NON si può fare quest’altro.

Tu sei in questo sistema e spesso non ti rendi conto della portata che ha su di te.

Anne Ancelin Schutzenberger, la madre della terapia familiare, afferma che se non viene compreso il senso delle ripetizioni transgenerazionali, la terapia non porta a nulla.

 

Anne Ancelin Schutzenberger, la madre della terapia familiare, afferma che se non viene compreso il senso delle ripetizioni transgenerazionali, la terapia non porta a nulla.

Questo è il motivo per cui tu puoi scegliere le Costellazioni Floreali® quest’anno. Sciogliere le ripetizioni. Di generazione in generazione, tu erediti le conseguenze dei movimenti interrotti della tua famiglia, te lo spiego a breve.

La psiche per sua natura ha bisogno di chiudere i movimenti che ha aperto. Ma questo non è sempre possibile. Molti di questi movimenti restano aperti perché i genitori muoiono, i figli scappano. La vita ci porta a fare scelte che non vorremmo fare e gli spazi che volevamo chiudere restano aperti.

Immagina solamente per un attimo che un nonno o un avo volesse realizzare un sogno e non ce l’ha fatta. O peggio, che volesse riappacificarsi con un figlio e non c’è riuscito. La somma di tutti i movimenti interrotti genera il karma che ti porti addosso come una valigia piena di sogni.

Ma dovresti forse chiederti: questi sogni sono davvero i tuoi?

Perché spesso non è così. Come hai letto nella testimonianza, a volte vorresti fare qualcosa e senza un apparente motivo non ce la fai.

Quella gioia non arriva. E più ti intestardisci e meno accade. La fantomatica legge d’attrazione dovrebbe tenere in debita considerazione che la mente funziona per il 95% a livello inconscio.

Se tu consideri solamente te stesso come parte della tua realtà escludendo la famiglia e l’albero genealogico, indossi un paraocchi che ti impedisce di vedere davvero la realtà.

Tutti i bisogni e le aspettative dell’albero ricadono su di te. Puoi fingere indifferenza, certo. Però prenderne coscienza è fondamentale per poter scegliere chi sei davvero.

Buttare via tutti i copioni generazionali imposti come conseguenza di questa catena senza fine, ti porta al cambiamento.

Ma c’è un MA a questo cambiamento.

Anche Bert Hellinger, voce decisamente autorevole, ideatore delle Costellazioni Familiari, dice che NON sono state concepite per guarire i traumi, ma per risolvere gli irretimenti.

Questo è il fraintendimento che molti hanno fatto circa il modello delle costellazioni familiari.

Un irretimento, come dice la parola stessa, è essere imprigionati nel destino di qualcun altro. Tu vivi, agisci, ma le tue azioni dipendono inconsciamente dal fatto che ciò che fai è preda del desiderio di un altro. E non te ne accorgi.

Qui ti chiedo moltissima attenzione!

Questo problema è relativo alla dimensione dei copioni esistenziali che non si risolvono. Ma cosa succede se oltre a questo, hai dei traumi da risolvere nel nucleo familiare? Cos’ha la precedenza?

I traumi, certo.

E se tu lavori cercando di cambiare i copioni, ma stai vivendo il dolore dei traumi, non risolvi né l’uno né l’altro. Nel mio modello di lavoro invece, ci occupiamo sia dei traumi sia dei copioni.

Ecco perché le Costellazioni Floreali® durano un anno intero.

Non ci occupiamo solamente dei copioni esistenziali come avviene per esempio nelle costellazioni familiari di Bert Hellinger, ma io e i tutor ci prendiamo cura di te nella tua totalità.

In questo senso le Costellazioni Floreali® sono DAVVERO olistiche.

Quando vai a fare un seminario di due giorni, non puoi pretendere che chi conduce, sia in grado di vedere la tua complessità. L’infinito sfaccettarsi di un diamante riflette mille luci. Tu sai che è solo carbone, ma il tempo ne ha fatto un gioiello.

Tu sei così. Un gioiello estremamente sfaccettato

Nelle Costellazioni Floreali® prendiamo tutti questi aspetti per farli convergere verso l’unico punto realmente essenziale: la consapevolezza.

Il tuo tutor, poi ti spiego come scegliamo il tutor per te, ti seguirà per un anno intero e avrà modo di conoscere a fondo i tuoi meccanismi mentali per far si che tu possa essere guidato verso i nodi fondamentali per la tua crescita.

Nel 2018 ho fatto a tutti i tutor una formazione intensa come ai guerrieri spartani. Gli ho trasferito le mie conoscenze e il mio modo di guidare le sessioni. 

Ma soprattutto ho insegnato loro a vedere il quadro complessivo. La completezza e la complessità del disegno che porti dentro.

In questo modo, le Costellazioni Floreali® saranno un vero e proprio abito sartoriale, cucito su misura per te.

Una volta iscritto infatti, ancor prima di cominciare, ti chiederemo molte  informazioni, attraverso diversi questionari mirati a comprendere chi sei.

Quale rapporto hai con i tuoi genitori?

Quali sono le situazioni che hai vissuto?

Quali ti sono rimaste maggiormente impresse?

Abbiamo bisogno di conoscerti bene per fare un buon lavoro.

Per questo ho ribadito più volte che
chi non vuole davvero mettersi in gioco, le dovrebbe evitare.

Qui molti si spaventano senza ragione.

Noi non siamo lupi mannari, siamo terapeuti.

Il nostro lavoro è accoglierti.

E faremo di tutto per far si che tu possa sentirti a tuo agio
in questo anno insieme.

È importante però che tu capisca che gli ostacoli li abbiamo affrontati tutti, il dolore e le difficoltà anche. Io in primis.

Così ho avuto modo di ideare moltissimi strumenti che ti aiuteranno a superare le difficoltà.

E siamo qui apposta per darti tutto il supporto possibile. Non ho dubbi su questo. Nel momento in cui metterai il piede oltre la linea, se vorrai davvero ottenere risultati con le Costellazioni Floreali® li otterrai. È un fatto certo.

E se ancora pensi di non potercela fare,
guarda cos’hanno fatto quelli che ti hanno preceduto.

Moltissimi sono partiti arrancando su scale scivolose perché il loro rapporto con la famiglia d’origine era tutto da rivedere. Un casino, vero e proprio. Se avessi i capelli, ci avrei messo dentro le mani.

Invece ci siamo rimboccati le maniche e messi all’opera. Leggi cosa scrive oggi Debora:

Nonostante molti anni di lavoro su di me anche a livello emotivo, ho iniziato questo percorso con l’infantile e inconscia speranza che capendo “i perché” i problemi si sarebbero magicamente risolti. Repressione, in altra forma. E comprenderlo è stato parte del percorso.

Seguita pazientemente da Max, mi sono da subito buttata a capofitto e con fiducia nelle mie emozioni e sensazioni più dolorose, “negli errori, le sofferenze, le ferite e le colpe del passato”.

E i cambiamenti, sottili e profondi, hanno iniziato a manifestarsi. Cambia la visione, si amplia, si arricchisce: il non essere isolata, come mi sentivo prima, ma parte di un sistema, si manifesta sempre più, non in letteratura, mentalmente, ma come realtà tangibile, spesso inaspettata.

L’albero famigliare prende vita, fiorisce di emozioni, incontri, sentimenti, non sono più solo nomi e date.

E cambio io, lentamente, impercettibilmente, ma inesorabilmente e in profondità.
E mi ritrovo calma ed autorevole in situazioni in cui mi sentivo piccola, debole, aggredita.

E mi ritrovo empatica e col cuore aperto laddove prima ero chiusa, sulla difensiva, se non addirittura dura e insensibile.

E mi ritrovo attenta e compassionevole genitore di me stessa in situazioni in cui la bambina ferita ed arrabbiata era solita chiedere all’esterno conferme ed attenzioni.

Debora

È fondamentale capire che il tuo impegno ti restituirà un risultato superiore all’impegno profuso.

Qual è l’impegno quotidiano
nelle Costellazioni Floreali®?

L’impegno di tempo quotidiano per le Costellazioni Floreali®  varia. All’inizio è sicuramente più alto perché sarai chiamato ad apprendere le dinamiche del lavoro interiore.

Le meditazioni prendono circa 20-30 minuti al giorno.

Lo studio varia. Per un paio di mesi 4-5 ore a settimana.

Più avanti, i moduli sono composti di circa un’ora ogni uscita.

Avere questo tempo a disposizione è il minimo per valutare l’iscrizione alle Costellazioni Floreali®. Questo è il minimo impegno di tempo che puoi dedicare a un percorso di trasformazione profonda.

E ovviamente l’impegno non è solamente di tempo, ma soprattutto di consapevolezza. Quanto vuoi veramente comprendere chi sei?

Io metterò a tua completa disposizione una gamma davvero ampia di strumenti per la crescita che ti permetteranno di cambiare completamente ciò che vedi nel tuo albero genealogico.

Tu ci metterai l’impegno per studiare e praticare.

In caso contrario, non funzionerà.

NOTA BENE!

NON LAVORIAMO CON:

Persone che fanno uso di sostanze stupefacenti
Persone che hanno disturbi di natura psicologica
Donne in gravidanza

(all’atto dell’iscrizione ti chiederemo di firmare una liberatoria)

Le CosFlor® sono un lavoro delicato, certamente non adatto per le persone che rientrano nelle succitate categorie. Ti chiediamo di comprenderlo.

Se rispondi ai requisiti che ti chiediamo e vuoi sottoporre la tua candidatura per le Costellazioni Floreali® 2019, avrai la possibilità di entrare in una dimensione di lavoro in cui il campo morfogenetico verrà posto al centro della tua attenzione.

Il campo morfogenetico è il vero luogo dove si forma la vita. Tutte le risposte emotive che oggi sperimenti quando reagisci a ciò che ti accade verranno messe in discussione per essere cambiate. In meglio, certo.

Tra un anno esatto il modo in cui agisci potrebbe quindi essere completamente diverso da com’è ora. Potrai guardarti con gli occhi di chi ha disinnescato le matrici generate dalla famiglia.

Niente più esplosioni  emotive. Niente sofferenza quando guardi il passato. Semplicemente tu. Con tutta l’energia che deriva dall’aver liberato i prigionieri che si nascondevano nell’inconscio.

Questo è uno degli effetti collaterali delle CosFlor® che ora non puoi vedere. Liberandoti dei legami con il passato, degli irretimenti, dei traumi infantili, Tutta l’energia che consumano per restare sotto la soglia della coscienza, ti viene restituita.

Come fare il pieno di benzina alla macchina.

Il motivo è facile da capire. Prendiamo il trauma. Tenere un trauma sotto la soglia della coscienza serve ad evitare che ti dia fastidio. Per fare questo il sistema impiega energia.

Come da bambini per dimostrare il principio di Archimede, immagina una pallina piena d’aria e tu che la schiacci sott’acqua.

Per tenerla sotto, bisogna spingere. Se smetti, risale in superficie. L’energia che inconsciamente usi per tenere soffocato il dolore, potrai usarla per vivere.

In un anno di lavoro insieme, quanta energia potrai recuperare?

Mentre magari adesso ti trascini tra il divano e il frigo in cerca di soddisfazioni effimere che durano lo spazio di un respiro e vorresti dire al mondo che esisti.

E se tocchi la sfera emotiva, ti si scatena dentro un pandemonio. Il giudizio dei tuoi genitori ti copre come un manto scuro. Le tue relazioni, di conseguenza, soffrono di questa assenza di libertà.

Ti muovi come la pallina impazzita di un flipper alle mille sollecitazioni dei respingenti quali i traumi, i diktat, i copioni. Così non sei libero di essere.

Mi interrogo sempre profondamente
sul senso della vita

Ho lavorato ormai con migliaia di persone. Ho cercato onestamente di mettere a disposizione dei miei studenti gli strumenti che via via andavo sviluppando. A un certo punto sono stato folgorato sulla via per Damasco.

Mi sono reso conto che se vedevo un cliente per un’ora di consulenza, la metà passava a capire il problema, l’altra metà a diagnosticare i Fiori di Bach da somministrare. E quando trovo il tempo per passarti quello che so?

Risposta: mai.

È fondamentale guarire l’ignoranza. Moltissime persone non sanno di non sapere. La crescita non può avvenire se non conosci l’origine del tuo problema. Sono pochi quelli che cercano le soluzioni.

La maggior parte aspetta l’illuminazione dell’alto, con i cori angelici. La struttura della mente funziona in modo diverso.

Più apprendi come aprire la consapevolezza, più la mente si espande.

Allora servono istruzioni. Precise. Mirate. Da seguire.

Per questo ho aggiunto il Corso Introduttivo al libro e per questo ti porto in questo percorso della durata di un anno. Perché se sei da solo a casa e leggi un libro, quasi mai ti viene lo riesci a mettere in pratica quello che hai appreso.

Se è così, non mi stupisco affatto. Sono le linee di minor resistenza.

Se invece ti seguo, ti costruisco attorno una base sicura nella quale imparare, mettere in pratica, agire seriamente ed essere guidato da chi ho formato a questo scopo come un ninja con la katana affilatissima, allora la differenza la facciamo, cosa dici?

Se invece ti lasci scivolare via dal tempo come la schiuma del mare, lo sprechi, ti ciondoli e vagheggi di Legge d’Attrazione, corpi sottili, anime gemelle, ma non ti prendi mai in mano seriamente, i progressi non arrivano.

Il tempo passa. Tu indugi continuamente negli stessi pensieri di mancanza, di bisogni insoddisfatti, allora studiare non ti è servito a tanto, sai? Conosci la teoria, ma non la pratica. La differenza è tutta lì.

Se invece entri in un percorso come le Costellazioni Floreali®, ad accoglierti trovi me, 5 tutor preparati, materiali di eccelsa qualità da studiare e praticare, e le mie meditazioni con i Fiori di Bach.

Le Costellazioni Floreali®
nelle parole dei Tutor.

E in aggiunta a questo, al momento della preiscrizione Ricevi Gratis tutti i webinar che ho tenuto nel 2018-2019.

  • Q&Ail primo webinar come sempre è di domande e risposte. Serve a chiarire gli aspetti della pratica, in modo che il flusso del lavoro possa portarti subito i primi risultati tangibili.
  • BODYSCAN E LAVORO SUL CORPOil secondo webinar fa chiarezza sulle dinamiche che ti trovi a vivere nelle meditazioni. Ti spiega come e dove portare l’attenzione per renderle efficaci. Ti aiuto a collegare le dimensioni cognitiva, emozionale e corporea, perché quando lavorano tutte e tre insieme, i risultati sono netti come non mai.
  • BAMBINO INTERIORE – OK IN CONFLICTSnel terzo webinar ti spiego realmente la dinamica del bambino interiore, non quella cosa edulcorata che si sente spesso nominare. Per parlare di bambino interiore è fondamentale rifarsi all’Analisi Transazionale che lo considera all’interno della triplice dinamiche: bambino – adulto – genitore, altrimenti lo si sta semplicemente scimmiottando e non è quello che interessa a me. Ok in conflicts è una pietra miliare del mio modello operativo. Per risolvere il conflitto bisogna imparare a stare nel conflitto e qui ti spiego praticamente come si attua questa scelta.
  • FERITA DA RIFIUTOil quarto webinar è dedicato alla ferita da rifiuto e di tutte le sue componenti che di solito vengono taciute. La ferita da rifiuto non è, come sembra. Il rifiuto va disinnescato innanzitutto in te che rifiuti la vita. Che dici di NO, che ti sottrai all’esperienza. In questo webinar ti insegno come trasformare il rifiuto in accettazione.
  • BILANCIA STRUTTURALE – PARTE DEPRESSIVAle parti depressiva e narcisista sono tratti ampiamente diffusi e trasversali. Significa che la maggior parte di noi li condivide. Sono tendenze della psiche, non patologie. In questo webinar affronto la parte depressiva per insegnarti a riconoscerla quando si innesca. Oltre a cosa fare.
  • EMPATIA VERSO NOI STESSIsi parla tanto di empatia, ma nella maggior parte dei casi, non è ben definita. Spesso la si confonde con la partecipazione emotiva. C’è una differenza abissale. Se entri in risonanza con l’altro che soffre, non sei necessariamente in empatia, potresti sentire invece il tuo di dolore. In questo webinar ti spiego come entrare davvero in empatia e come usare la risonanza per crescere.
  • DEBITI E CREDITI KARMICI E FAMILIARIsettimo webinar – svisceriamo l’argomento dei debiti e crediti che ti intrappolano nei movimenti interrotti e ti spingono a ripetere continuamente le stesse situazioni in cerca di una chiusura definitiva. Attraverso questo webinar potrai chiarire debiti e crediti dell’albero e iniziare a comprendere come i tuoi genitori e avi hanno scelto di muoversi nel mondo.
  • LE EMOZIONI A SPECCHIOcome puoi utilizzare la percezione delle emozioni all’interno della relazione per comprendere meglio te stesso e quali moti interiori ti muovono e ti motivano ad agire.

Copyright “ifioridibach.com” – “Floriterapia Transpersonale Evolutiva®” – “Costellazioni Floreali®” – Tutti i diritti riservati A.s.d. LUCE & Max Volpi 2006-2019